25 aprile, il durissimo comunicato dell’Anpi: “Non riporterete l’orologio al ventennio di Mussolini”

L’associazione Nazionale Partigiani d’Italia ha diffuso un comunicato durissimo contro tutte le prese di posizione, a partire da quella di Matteo Salvini ma non solo, che tendono a negare il valore della Liberazione. Eccolo:

Comunicato della Presidenza e della Segreteria nazionali ANPI

Il 25 aprile è Festa nazionale. La Festa della Liberazione dell’Italia dal giogo nazi-fascista. Essa vedrà migliaia e migliaia di persone nelle piazze e nelle vie di tantissime città e paesi. Nessuno riuscirà a cancellarla.
Ci riferiamo, in particolare, a chi cerca di negarla, paragonandola ad uno scontro tra “fascisti e comunisti, mentre essa fu lotta vincitrice del popolo italiano contro il nazi-fascismo; a chi continua a gettare fango e fuoco sulla memoria delle partigiane e dei partigiani; a chi tenta con il solito argomentare razzista e ignorante di riportare l’orologio della storia al ventennio del criminale Benito Mussolini.Il 25 aprile ricorda la vittoria degli ideali di libertà e democrazia che hanno spazzato via la dittatura. È il canto corale delle origini autentiche della nostra Repubblica. La maggioranza delle cittadine e dei cittadini italiani si riconosce con coscienza, fedeltà, entusiasmo e passione civile nella Festa della Liberazione. Saremo in piazza in tantissimi per ricordare che l’onore della Patria fu difeso dal suo popolo e per portare avanti ancora una volta gli ideali per cui lottarono i partigiani: un Mondo di Pace, più giusto e libero.Viva la Resistenza, viva la Costituzione, viva l’Italia.Presidenza e Segreteria nazionali ANPIRoma, 23 aprile 2019
Su http://www.anpi.it/eventi/contesto/festa-della-liberazione sono disponibili i programmi delle manifestazioni in tutta Italia.

5 pensieri riguardo “25 aprile, il durissimo comunicato dell’Anpi: “Non riporterete l’orologio al ventennio di Mussolini”

    1. io lo spero, perché i valori sono libertá, uguaglianza e democrazia. non riesco ad immaginarmi, che non si possano riconoscere come valori. E se qualcuno non li riconoscesse come suoi, bé allora questo qualcuno non festeggierá il 25 Aprile. andasse in pellegrinaggio a predappio e lasciasse agli altri il 25 aprile. e non rompesse.,

      "Mi piace"

  1. Mai, nessuno, potra’ mettere in discussione il 25 aprile! Il sangue versato per la liberta’ dell’ Italia dalla barbarie del nazifascismo, rimarra’ inciso nei cuori di ogni italiano che nascera’. Oggi è per sempre!

    "Mi piace"

  2. Esprimersi con il cuore è sicuramente apprezzabile, ma la ragione purtroppo induce a pensarecome è nato, quando e perchè, hanno sfruttato al tempo la forte depressione ed il diffuso bisogno di migliorarsi e portare sostentamento in tavola, Mussolini è solo un simbolo, è ricordato per le nefandezze compiute, i morti causati (numero inferiore a quello della disgrazia oderna) quindi ora dovremmo dire chiaramente NO AL RINASCERE DEL FASCISMO, che sarebbe un regime oggi applicabile per l’inerzia l’incapacità e l’avere abbandonato la politica, ora ne pagheremo le conseguenze, è quello appena detto che si doveva non permettere, onore sempre ai partigiani, ma i tempi si sono voluti cambiare? quanti esempi abbiamo avuto di nuovo fascismo, e non pensate che la nostra indifferenza non ne sia complice? 25 Aprile un simbolo, un bel quadro, ma il sapore del pane è mutato.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...