L’endorsement pro-Sardine della segretaria dei metalmeccanici

Francesca Re David è la prima donna alla guida della storica categoria dei metalmeccanici della Cgil, quelli cui si devono tra le conquiste più importanti per i lavoratori. I metalmeccanici furono in prima fila nella lotta al nazifascismo nell’Italia occupata, molti di loro furono arrestati, torturati o deportati nei campi di sterminio per essersi opposti, con gli scioperi e le occupazioni delle fabbriche, alla bestia nazifascista o per aver partecipato direttamente alla Resistenza.

A precedere Francesca Re David nella carica di segretario generale della Fiom è stato Maurizio Landini, oggi segretario della Cgil, il primo sindacato italiano. La Fiom si è sempre caratterizzata per essere una categoria con lo sguardo rivolto anche verso i movimenti e la società civile, una categoria che si è sempre battuta per i diritti delle persone dentro la fabbrica e fuori dalla fabbrica. E anche oggi, mentre il paese è attraversato da quest’ondata di protagonismo civile, dal grande movimento spontaneo delle Sardine, nato per contrastare il sovranismo in salsa leghista, la Fiom rinnova la sua vocazione movimentista.

Con un post pubblicato ieri su Facebook, intitolato “Sta venendo tutto giù”, Francesca Re David punta il dito contro le speculazioni e la corruzione affaristica che sta tirando giù, “anche materialmente” il territorio e il nostro paese, sostenendo che l’unica possibilità di “fermare questa enorme frana” sono “le sardine, le donne, i ragazzi, le lavoratrici e i lavoratori”. Parole, importanti che aprono un ponte tra il sindacato e il grande movimento civile delle Sardine che sta riempiendo il paese contro il sovranismo. Francesca Re David è la prima esponente sindacale alla guida di una grande categoria che riconosce l’importante contributo politico che i ragazzi e le ragazze (ma non solo) delle Sardine, stanno dando e possono continuare a dare per il risveglio delle coscienze nel paese. Qui il post di Francesca Re David.

re.png

Fortebraccio News

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...