Offese sessiste, parte l’esposto delle donne emiliane contro Libero

Un’altra tegola sul trio Senaldi-Feltri-Carbone. Dopo il deferimento dell’ordine dei giornalisti al collegio di disciplina arriva un esposto per diffamazione, promosso dall’avvocata e attivista di “Odiare ti costa”, Cathy La Torre, e dall’avvocata Rita Nanetti, a nome delle donne emiliane, tirate in ballo in un articolo che ha fatto molto discutere contro Nilde Iotti, storica personalità della politica italiana di origine emiliana.

furia.jpg

Secondo il quotidiano Libero, il cui direttore responsabile è Pietro Senaldi e il direttore editoriale è Vittorio Feltri, e secondo il giornalista Giorgio Carbone, infatti, alle donne emiliane altro non si  chiederebbe se non di essere prosperose e brave a letto e in cucina. Qui il post in cui La Torre annuncia il ricorso al tribunale:

E adesso “qualcuno” scoprirà chi sono davvero le donne emiliane.

Per insultare la memoria di Nilde Iotti qualche giorno fa Libero ha tirato in mezzo tutte le donne emiliane: mamme, figlie, fidanzate, amiche.

Ha scritto che Nilde Iotti, prima donna presidente della Camera, staffetta partigiana, liberatrice d’Italia, era in fondo solo una emiliana che, “come tutte le emiliane”, è “grande a letto e in cucina”, “simpatica e prosperosa”, “il massimo che in Emilia si chieda a una donna”.

Ora Libero conoscerà la furia di queste donne e imparerà cosa siano davvero le emiliane: quale sia la loro forza, la loro dignità, il rispetto per sé stesse.

Con l’avvocata Rita Nanetti ho preparato un esposto da presentare alla magistratura per chiedere se le parole usate sul quotidiano “Libero” contro le donne emiliane costituiscano un reato di diffamazione.

Ed è un esposto a cui potranno partecipare tutte le donne emiliane che vorranno.

È già in programma il primo appuntamento per raccogliere sottoscrizioni: il 16 dicembre alle 18.30 nella Casa delle Donne di via del Piombo 5, a Bologna.
Dopo l’appuntamento dell’associazione Orlando – Centro delle donne di Bologna – ce ne sarà uno al Pratello.

Chiedo a tutte le emiliane di dimostrare a quella gente chi sono davvero le donne emiliane. Firmiamo, sottoscriviamo e non consentiamo più a nessuno di essere trattate in questo modo.

Un invito che estendo anche alla candidata Lucia Borgonzoni. E che spero che accetti. Perché viene prima la dignità, poi l’appartenenza politica.

Fortebraccio News

8 pensieri riguardo “Offese sessiste, parte l’esposto delle donne emiliane contro Libero

  1. Libero e’ sempre stato cosi’ diciamo “di parte”, un conto pero’ e’ fare una cronaca e pubblicarla con commenti a modo loro, altra cosa e’ cercare sempre di infangare e infamare l’idea opposta ad una destra che da quando ha preso piede sembra quasi che abbia autorizzato chi denigra ed offende a iosa chi comunque, democraticamente, dissente. Io l’ho gia’ detto, per me “Libero” lo chiuderei e solo per una ragione, non si puo’ offendere le persone gratuitamente e con leggerezza, le parole e gli scritti hanno un peso notevole ed il trio di libero meritano che venga data loro la giusta punizione e, magari, la radiazione dall’ordine dei giornalisti. Da quando c’e’ salvini chiunque e’ autorizzato a comportarsi cosi’ perche’, anche nel caso della Signora Iotti, il bel Matteo non ha detto niente. Vorrei poter firmare anch’io in Emilia anche se uomo.

    "Mi piace"

  2. Come sono volti quelli di libero! Danno che negli harem del rinascimento le donne venivano catalogate in base alla loro provenienza geografica, per es. Le schiave circasse erano famose per la loro passione erotica. Chissà cosa fanno le donne venete o quelle molisane, per non parlare delle liguri…… Tutte le donne d’Italia e non solo dovrebbero indignarsi per l’esistenza di un giornale del genere e dei suoi collaboratori, non solo le donne emiliane. Ho vissuto in cinque città, come potrei essere definita? Bravissime, andate avanti, avete la mia piena adesione.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...