Il sindacalista chiede scusa al lavoratore: “Perdonami per questa sconfitta”

In un tempo di fenomeni e supereroi che si autocelebrano e si dicono bravi da soli, in cui l’autocritica è merce sempre più rara, riconoscere di non essere riusciti a raggiungere un obiettivo è un atto rivoluzionario. E quello di Alessandro Vasquez, sindacalista della Filcams Cgil di Siracusa, lo è. Un atto rivoluzionario di grande dignità e coraggio. Vasquez conduce da mesi, senza risparmiarsi,  una battaglia sindacale che lo vede, assieme a un gruppo di lavoratori, contrapporsi agli interessi di un’azienda, l’Ambiente S.p.A., che opera in appalto per il petrolchimico di Priolo. Ne abbiamo parlato qua. In prima linea in questa battaglia Vasquez non è da solo. Assieme a lui, a battersi per il difendere il proprio lavoro e quello  dei suoi sette colleghi, liquidati dall’azienda in piena pandemia, c’è anche l’operaio e rappresentante sindacale Samuele Luca. Samuele si espone, organizza manifestazioni, rilascia dichiarazioni pubbliche, usa tutti gli strumenti sindacali per difendere i propri diritti. Ma, a ridosso di Pasqua, l’azienda gli dà il “benservito”.

vasquezluca
Nella foto Samuele Luca e i suoi colleghi manifestano contro Ambiente spa

A quel punto Samuele Luca, dopo un’estenuante braccio di ferro con l’azienda, è costretto a lasciare il suo posto di lavoro e a trasferirsi, a fare un biglietto di sola andata per andare a lavorare lontano dalla sua terra. E il biglietto, Vasquez decide di pubblicarlo su Facebook, assieme ad un messaggio che esprime tutta la sua amarezza.

vasquez

“Questo è il biglietto solo andata di Samuele Luca”, scrive Vasquez. “Questo biglietto è la più grande amarezza per me e per tutta la Filcams Cgil di Siracusa. Un cambio appalto senza clausola sociale in pieno coronavirus, una militanza che lo ha esposto più di me in questa vertenza. Una nomina di rappresentante sindacale che abbiamo ottenuto con i denti in tribunale, vincendo per due volte contro Ambiente Spa. Un rappresentante sindacale che ha denunciato insieme a noi la mancanza di bagni e di docce per lui ed i suoi colleghi, denuncia che oltre alla condanna per Isab ed Ambiente Spa, ha dato il via alla realizzazione di spogliatoi, docce e bagni. Perdiamo forse il migliore rappresentante sindacale, uno dei migliori componenti del direttivo Filcams, un compagno che non si è mai tirato indietro, pagando certamente un prezzo troppo caro. È lui a rincuorare me in questi giorni, proprio perché la sua dignità è mista ad una determinazione senza eguali. Grazie di tutto Samu, perdonami per la sconfitta”.

Ed è direttamente Samuele Luca a rispondergli su Facebook: “Alessandro ci hai messo l’anima. La sconfitta non è tua, né della Cgil. La sconfitta è di questa società. Personalmente affronto tutto con tanta speranza, anche se in questo momento è come se mi avessero strappato il cuore”.

Ecco, noi ai fenomeni e ai supereroi che si autocelebrano da soli, preferiamo chi, come Alessandro Vasquez e Samuele Luca, ogni tanto cade ma per rialzarsi. Perché, come cantava Lucio Dalla, “l’impresa eccezionale è essere normali”.

Fortebraccio News

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...