Il senatore Mantero (5 Stelle) vota No: “I governi vogliono agire senza che nessuno rompa i coglioni”

La coraggiosa posizione del Senatore 5 Stelle Matteo Mantero che vota No al taglio del parlamento: "Non ho alcun interesse personale in gioco - scrive Mantero - perché la mia esperienza politica nelle istituzioni finirà con questo mandato (a prescindere da eventuali altre deroghe al limite di mandati che il M5S si auto impone non … Continua a leggere Il senatore Mantero (5 Stelle) vota No: “I governi vogliono agire senza che nessuno rompa i coglioni”

Un No netto e deciso, senza se e senza ma – Francesco Provinciali

Voterò indefettibilmente NO al Referendum per non assecondare lo sfascio dello Stato e delle Istituzioni. Una deriva distruttiva partorita dall’antipolitica che vuole cancellare la memoria della nostra comunità, le sue tradizioni, i suoi riferimenti in un passato di ricostruzione e di speranza. Sostituendo la democrazia sostanziale e partecipata con la democrazia virtuale del web, imperscrutabile … Continua a leggere Un No netto e deciso, senza se e senza ma – Francesco Provinciali

Il No doppia il Sì sui social

Aspettando di conoscere l'esito del referendum sul taglio del parlamento, i cui esiti sembrano tutt'ora incerti, viste anche le tendenze registrate in alcuni sondaggi che danno il no in forte crescita (in Toscana addirittura al 52%), il Fronte del No incassa un primo risultato, benché simbolico, nella "sfida" all'ultimo "like" con i sostenitori del Sì. … Continua a leggere Il No doppia il Sì sui social

Abbiamo le scatole piene di slogan e vaffa. Serve un bel No forte e chiaro – Altero Frigerio

Il Sì sarebbe popolare e il No elitario e conservatore? Ma scherziamo? Per me il Sì è solo una scorciatoia, direi l’ennesima trovata, per lasciare ai partiti e ai loro sempiterni capi e capitani (specie di quelle forze politiche che si dicono movimenti, leghe, fratelli ecc. ecc.) il potere di scegliere chi mandare in Parlamento. … Continua a leggere Abbiamo le scatole piene di slogan e vaffa. Serve un bel No forte e chiaro – Altero Frigerio

Perché voto sì al referendum – Giuseppe Sabella

Com’è noto, il 20 e 21 settembre saremo chiamati ad esprimerci circa la legge che il Parlamento ha votato, più o meno un anno fa, sul taglio dei parlamentari. L’8 ottobre 2019, infatti, in modo praticamente unanime veniva approvata la modifica degli articoli 56, 57 e 59 della Costituzione in materia di riduzione del numero … Continua a leggere Perché voto sì al referendum – Giuseppe Sabella

Il Fatto Quotidiano attacca (ancora) chi vota no: Siete i poteri forti

Sei un operaio, uno studente, un pensionato, un disoccupato, un semplice elettore e il 20 e 21 settembre, come altri milioni di italiani, intendi recarti alle urne per votare no? Bene, sappi che da oggi sei un potere forte. Proprio così: un potere forte, come De Benedetti o John Elkann, e magari pure un po' … Continua a leggere Il Fatto Quotidiano attacca (ancora) chi vota no: Siete i poteri forti

Il messaggio d’addio dell’attivista Cinquestelle a Nicola Morra: “Il referendum è la goccia che fa traboccare il vaso”

Le "scosse telluriche" del referendum del 20 settembre iniziano a far franare il Movimento Cinquestelle. E mentre il no cresce a ritmi vertiginosi, certificati anche dai sondaggi (come quello di oggi realizzato da Winpoll-Cesi per il Sole 24 Ore che in Toscana dà incredibilmente il No al 52% e il sì al 48%) le pagine … Continua a leggere Il messaggio d’addio dell’attivista Cinquestelle a Nicola Morra: “Il referendum è la goccia che fa traboccare il vaso”

Perché voto No al referendum – Maurizio Brotini

L’antiparlamentarismo ha una lunghissima tradizione nel nostro Paese: paradossalmente è possibile sostenere che preesista agli stessi ordinamenti repubblicani, o per meglio dire tradizioni notabilari dell’Italia liberale e rigurgiti di Stato corporativo declinati in veste qualunquistica si manifestano nella stessa discussione all’Assemblea Costituente. Illuminanti a questo proposito le parole di Umberto Terracini, Presidente della stessa: “Il … Continua a leggere Perché voto No al referendum – Maurizio Brotini

Referendum, il flop imbarazzante di Toninelli a Brescia

Che il referendum sul taglio del Parlamento non riesca a scaldare il cuore degli italiani - che hanno naturalmente ben altre priorità - è un fatto certificato non solo dalle rilevazioni (che prevedono un astensionismo record per il 20-21 settembre) ma anche dalla presenza dei cittadini ai comizi organizzati dai Cinquestelle a favore del Sì. … Continua a leggere Referendum, il flop imbarazzante di Toninelli a Brescia