“Voto Salvini ma mi tengo stretto Landini”, gli operai del Nord tra Lega e Cgil

Un viaggio nei cantieri edili del Nord, in una delle giornate più calde dell'anno, per indagare lo sdoppiamento di personalità degli operai della bassa bresciana, elettori leghisti ma iscritti Cgil. Gad Lerner, inviato da Repubblica, ha girato i "fortini" del voto salviniano, paesi come Coccaglio, Rovato, Adro - dove la Lega la fa da padrone … Continua a leggere “Voto Salvini ma mi tengo stretto Landini”, gli operai del Nord tra Lega e Cgil

Salvini convoca di nuovo i sindacati. Ma Landini non andrà

Una nuova convocazione dei sindacati al Viminale, il 6 agosto, firmata Matteo Salvini. dopo l'incontro di luglio, che tante polemiche aveva scatenato nella maggioranza di governo, il ministro dell'Interno ci riprova e con una lettera irrituale invita le parti sociali ad un nuovo momento di confronto: "Ci eravamo impegnati - si legge nella lettera di … Continua a leggere Salvini convoca di nuovo i sindacati. Ma Landini non andrà

I russi ordinano, Salvini esegue. Vietato scioperare nelle raffinerie Lukoil di Priolo

La subordinazione politica del ministro dell'Interno Matteo Salvini nei confronti del governo russo si arricchisce di un nuovo espisodio, a dir poco inquietante. Questa volta, però, la Russia ingerisce addirittura per impedire un diritto costituzionalmente riconosciuto ai cittadini e ai lavoratori italiani, il diritto di sciopero. Verrebbe da dire: prima i russi. L'ambasciatore russo in … Continua a leggere I russi ordinano, Salvini esegue. Vietato scioperare nelle raffinerie Lukoil di Priolo

Querelaci tutti, Matteo – Giorgio Sbordoni

Querelaci tutti, Matteo, assieme al segretario confederale Giuseppe Massafra. Perché non smetteremo di denunciare a voce alta e schiena dritta il pericolo di scivolare nel precipizio verso cui ci porta il provvedimento annunciato. Querelaci tutti, perché, diciamoci la verità, milioni di vite in appalto hanno bisogno di quelle garanzie, che vorresti cancellargli per due anni. … Continua a leggere Querelaci tutti, Matteo – Giorgio Sbordoni

Solo l’unità dei lavoratori può sovrastare l’onda nera – Andrea Malpassi

C’è un sovranista italiano che si traveste da poliziotto perché da bambino gli hanno rubato Zorro; c’è una nazionalista francese, alla quale il padre ha regalato un partito razzista e un po’ fascista; c’è un tedesco che ha ripreso a negare l’Olocausto; c’è un olandese che organizza le “gare di fumetti” per deridere Maometto; c’è … Continua a leggere Solo l’unità dei lavoratori può sovrastare l’onda nera – Andrea Malpassi

Adesso basta con sta rottura de cojoni dei fascisti – Giorgio Sbordoni

Mimmo Lucano nemico dell’Italia, Roma non ti vuole… Roma non ti vuole??? Roma ha un disperato bisogno di gente come te. Roma città aperta. Basterebbe il titolo di un film monumento alla Resistenza di questa città, non tutti i 103 minuti del capolavoro di Rossellini, soltanto il titolo, per rispondere alla presunzione dei fascisti, che … Continua a leggere Adesso basta con sta rottura de cojoni dei fascisti – Giorgio Sbordoni

Cara Efe Bal, ieri a Verona manifestavamo pure per te – Fabio Landrini

La contestazione più curiosa nella manifestazione di ieri a Verona è stata messa in atto dalla nota escort transessuale di origine turca Efe Bal. Stava su un balcone, salutava il corteo mentre inneggiava a Salvini. E fin qui niente di male, era pacifica, ognuno ha il diritto di pensarla come vuole. Anche se noi eravamo … Continua a leggere Cara Efe Bal, ieri a Verona manifestavamo pure per te – Fabio Landrini

Attacco frontale di Salvini alla Cgil. Pubblica uno screenshot taroccato e scatena la canea contro il sindacato

La solita canea. Di quelle che ormai da mesi vediamo irrompere sui canali social del sindacato. Ma stavolta, a scatenarla, non è un webete qualunque ma il ministro dell'Interno Matteo Salvini che, sulla sua pagina Facebook, ha pubblicato lo screenshot di un commento di un certo Francesco apparso sotto un post della Cgil dedicato a … Continua a leggere Attacco frontale di Salvini alla Cgil. Pubblica uno screenshot taroccato e scatena la canea contro il sindacato