Pappalardo attacca Vasco Rossi: “Sei una nullità assoluta”

“Vorrei dire due parole sul conto di un certo Vasco Rossi, che dice di essere un artista. Fa delle cose abbastanza mediocri, ma come tutti quelli che sono collocati a sinistra è privilegiato: gli aprono le strade, le autostrade, lo fanno apparire in tv continuamente”. All'indomani della contestatissima manifestazione di Milano, Antonio Pappalardo, leader dei … Continua a leggere Pappalardo attacca Vasco Rossi: “Sei una nullità assoluta”

Il sindacalista chiede scusa al lavoratore: “Perdonami per questa sconfitta”

In un tempo di fenomeni e supereroi che si autocelebrano e si dicono bravi da soli, in cui l'autocritica è merce sempre più rara, riconoscere di non essere riusciti a raggiungere un obiettivo è un atto rivoluzionario. E quello di Alessandro Vasquez, sindacalista della Filcams Cgil di Siracusa, lo è. Un atto rivoluzionario di grande … Continua a leggere Il sindacalista chiede scusa al lavoratore: “Perdonami per questa sconfitta”

La Lega di Salvini mette like al tweet di Trump che equipara gli antifascisti ai “terroristi”

Donald Trump equipara gli Antifa americani ai terroristi: "Gli Stati Uniti - scrive  - designeranno Antifa come organizzazione terroristica".  Insomma, per il presidente degli Stati Uniti, i movimenti antifascisti che dalla tragica morte di George Floyd protestano in molte città degli States sono da considerare al pari di Al Qaeda. In tanti hanno preso posizione … Continua a leggere La Lega di Salvini mette like al tweet di Trump che equipara gli antifascisti ai “terroristi”

Thuram segna e si inginocchia per George Floyd

Grande gesto di Marcus Thuram in questa domenica di Bundeliga. L’attaccante del Borussia Mönchengladbach dopo aver segnato il gol del 2-0 all’Union Berlino si è inginocchiato dedicando il gol a George Floyd, ucciso a Minneapolis da un agente di polizia. Dopo il gol, Thuram è rimasto in ginocchio, a capo chino, con il braccio poggiato … Continua a leggere Thuram segna e si inginocchia per George Floyd

No, non c’è niente da ridere

Nella regione in cui sono morte 16.000 persone a causa del Covid, in cui abbiamo visto sfilare i camion dell'esercito pieni di bare, ieri, in piazza Duomo a Milano, si è radunato qualche centinaio di figuri, vestiti con gilet arancioni, versione nostrana dei gilets jaunes francesi, tutti rigorosamente senza mascherina, arringati da un generale dei … Continua a leggere No, non c’è niente da ridere

Robert De Niro senza pietà: “Trump è un gangster, deve andare in galera”

In un' intervista a firma Antonio Monda pubblicata su La Repubblica, in vista della sua partecipazione a 'Writers on Writers', che si tiene nell'ambito del festival delle Conversazioni, Robert De Niro è tornato ad attaccare pesantemente Donald Trump: "Io ritengo - ha detto l'attore - che Donald Trump non meriti altro, e l’unica alternativa è … Continua a leggere Robert De Niro senza pietà: “Trump è un gangster, deve andare in galera”

Ma è normale che i condannati pontifichino in tv?

"Vedere un condannato in via definitiva come Formigoni che dagli arresti domiciliari dà lezioni al mondo mi fa riflettere, ma sopratutto mi fa tristezza", scrive l'onorevole Stefano Buffagni su Facebook. E ha ragione. Da settimane, le tv offrono platee e spettatori a condannati e personaggi con trascorsi giudiziari turbolenti, proposti quasi come maestri di vita … Continua a leggere Ma è normale che i condannati pontifichino in tv?

E’ stata presentata in Senato una mozione per chiedere la fine dell’embargo a Cuba

Una mozione  che impegna il governo italiano ad attivarsi per chiedere in tutte le sedi la rimozione del blocco economico e commerciale che Cuba subisce da decenni  - e che l'amministrazione Trump ha inasprito recentemente - è stata presentata a Palazzo Madama  da nove senatori, prima firmataria Paola Nugnes del gruppo misto. Un atto politico … Continua a leggere E’ stata presentata in Senato una mozione per chiedere la fine dell’embargo a Cuba

Smart working sì o smart working no? Non è così semplice, per fortuna – Esmeralda Rizzi

Abbiamo appurato che quello vissuto nei giorni dell’emergenza Covid non è lo smart working definito dalla legge che lo ha introdotto ma un suo surrogato, la brutta copia. Nella nostra ricerca - “Quando il Lavoro da casa è smart”, curata dall’Area politiche di genere della Cgil insieme alla Fondazione Di Vittorio - avevamo utilizzato per … Continua a leggere Smart working sì o smart working no? Non è così semplice, per fortuna – Esmeralda Rizzi